“Chiedete e riceverete” (Lc 11, 9)

Da “Lassù” sempre si provvede ad elargire doni per ognuno di noi; molti, però, neppure se ne accorgono. E altri, specie in determinati momenti di necessità, si rivolgono al Cielo come se da quelle parti vi fossero parecchie macchinette distributrici di grazie: tu invii la preghierina, magari accompagnata da una candela accesa di fronte alla statua della Madonna o di qualche santo, e – anche se forse non proprio nell’immediato – di sicuro, comunque, ti dovrà arrivare il soddisfacimento della tua richiesta… A tal proposito, infatti, di recente una persona mi ha detto: “Nel Vangelo c’è tale frase e Gesù non può mentire. Perciò, se io chiedo, il Signore dovrà ben darmi ciò che gli chiedo!”.
Ed, infine, c’è la categoria di quelli che non chiedono mai: o perché non credenti oppure perché indifferenti o perché, tutto sommato, si ritengono autosufficienti.
Ma perché occorre “chiedere”?… Per la ragione che Dio, in quanto Amore, vuole sempre la nostra partecipazione! Anche proprio per questo, infatti, ci ha dato il libero arbitrio; per offrirci, cioè, la possibilità di risultare meritori in tutto: nel bene come nel male ed anche, di conseguenza, persino nell’elargizione delle sue grazie.
Allora è come se avesse le mani disposte a scodella, protese verso di noi e ricolme di monete d’oro; ma si aspetta che anche noi gli veniamo incontro, tendendo a nostra volta le mani per prendere le monete.
Lui è il Creatore dell’universo, l’Eterno onnipotente, ma è soprattutto Amore; e il vero amore è sempre totale condivisione… Pertanto, mentre si rende immancabilmente disponibile in merito alla concessione di un qualsiasi nuovo dono, nel contempo desidera dunque notare in noi quel minimo slancio di amore, che consiste nell’umile e – non di rado – Richiestapure insistente quanto paziente richiesta.
Fiduciosi inoltre che, proprio sempre per il nostro stesso bene, possa anche non accoglierla o modificarla.

Paolo Morandi

Annunci

4 thoughts on ““Chiedete e riceverete” (Lc 11, 9)

  1. Da parte di Cinzia Tassano: “Grazie, Paolo! I tuoi articoli sono uno più bello dell’altro, pieni di significato e di amore: che intensità di parole,… e tutte veritiere! Un abbraccio, Cinzia”.

  2. Il rapporto filiale con il Padre e con la Madre induce noi figli a chiedere sempre in base alle nostre necessità. Ma non sempre ciò che riteniamo necessario per noi è quello, che Dio vuole per noi; e, di conseguenza, spesso non lo riceviamo.
    Se, però, chiedi amore lo riceverai; e – se lo chiedi per gli altri – non c’è preghiera più grande e nobile di questa; che, pertanto, prima o poi Dio non possa esaudire.

  3. Ultimamente mi sono recata alla cappella della Madonna che scioglie i nodi, qui a Lainate-Grancia, e – dopo aver pregato – ho scritto la mia intenzione di preghiera su di un quaderno esposto per quanti avessero bisogno di una grazia particolare.
    Dopo aver trascritto la mia personale intenzione, lo sguardo si è rivolto alle altre intenzioni. Per la maggioranza erano improntate a richieste personali di aiuto: per il lavoro, per le malattie, per la pace familiare…
    Ho notato che solo una era letteralmente diversa da tutte e diceva così: “Signore donami Sapienza, Forza e Carità, per affrontare la mia personale battaglia; te lo chiedo per l’intercessione della Madonna dei nodi, grazie”.
    Chiediamo grazie spirituali e tutto il resto ci verrà dato in sovrappiù!

  4. Proprio così, Silvana! Può capitare che ci si dimentichi di quanto è scritto nel Vangelo… Però il Signore, la Madonna, gli angeli e i santi – nella loro misericordiosa benevolenza – sanno gradire, ed anche non di rado esaudire, pure le nostre richieste “terra-terra”.

lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...