Coerenza e costanza

 “Dio dà a tutti volentieri e generosamente. Ma bisogna chiedere con fiducia, senza dubitare. Chi dubita è come un’onda del mare mossa dal vento, sospinta qua e là. Un uomo simile, indeciso e incoerente in tutto quel che fa, non si illuda di ricevere qualcosa dal Signore” (Gc 1, 5-8).
Io – comunque – rimango convinto che anche un simile uomo possa sempre ricevere non poco, pur se di norma inconsapevolmente; poiché “il Signore è buono, eterna la sua misericordia” (Salmi 135, 1).
Però è anche vero che, tanto più risulta ottimale il rapporto con la Divinità, tanto più è possibile ottenere una qualsiasi grazia.
Lo ha detto assai esplicitamente Gesù: “Se rimanete uniti a me e le mie parole sono radicate in voi, chiedete quello che volete e vi sarà dato” (Gv 15, 7). Lo ha, pure e di recente, ribadito la Madonna: “Ecco, voi potete ricevere una grazia in un attimo, in un mese o in dieci anni; dipende da voi!” (Medjugorje, febbraio 1985).
Vi hanno creduto e messo in pratica – dimostrando la veridicità di tali affermazioni con i loro frequenti miracoli – sia i primi apostoli che molte “anime sante” nei duemila anni del cristianesimo.
Fondamentale, pertanto, la coerenza con ciò che del Bene si è appreso e proclamato.
Ma soprattutto la costanza del “vivere in Dio”, per così  risultare persino noi stessi dèi (Gv 10, 34); e di conseguenza, infine, sia ricettori che autentici dispensatori di grazie!
E per tutti quelli, però, che costanti non sono; bensì si trovano ancora nel proseguire solo “a sbalzi”?… Possono almeno sempre offrire, con umile e rinnovata perseveranza, la sofferenza causata dalla ricorrente constatazione delle loro misere interruzioni; e così comunque procedere con ripetuti slanci d’amore sostenuti dalla fede in quel Signore, che è misericordia eterna.

Paolo Morandi

 

Annunci

One thought on “Coerenza e costanza

  1. “Cercate e troverete-bussate e vi sarà aperto-chiedete e vi sarà dato”.
    Queste sono parole forti e soprattutto vere, ma vediamo in che maniera: dal Battesimo abbiamo ottenuto anche autorità su molto!!! Quindi bisogna partire dal Battesimo e capire la “promessa” che abbiamo fatto nella confermazione di tale Sacramento!!!(Cresima).
    La Bibbia dà un’immensità di esempi sulle promesse non mantenute da parte del popolo ebraico;….ricordando che perfino preghiere o digiuni non vennero mai presi in considerazione da parte di DIO senza rinuncia a satana, cioè al peccato!!!
    Quindi è molto importante vivere in GRAZIA di DIO per poter essere ascoltati e aggiungo anche esauditi; chiaramente se le cose sono secondo la sua Volontà e questa Volontà sta scritta nella Bibbia, che è la sua parola: non dimentichiamolo mai!!! Quando preghiamo-preghiamo-preghiamo e non otteniamo, probabilmente non è che DIO non ci voglia esaudire, ma è invece noi che siamo con un piede in due scarpe…
    Ricordando sempre che lo Spirito Santo è uno Spirito d’Amore e che parla sempre attraverso il CUORE, il frutto deve essere sempre GIOIA: se è cosi, non è che abbiamo preso qualche granchio da parte di qualcuno, che pensa che lo Spirito voglia imporre quello che non sentiamo. (Non me ne vogliate, ma dico sempre quello che penso…).

lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...